Un settore “satellite” dei casinò online: gli skill games o giochi di abilità online

Uno dei primi segmenti di mercato del gioco online ad essere stati regolamentati in Italia, ben prima dell’avvento dei casinò online, è stato sicuramente quello dei cosiddetti “skill games” o per così dire in italiano, giochi di abilità. La loro introduzione, coeva al poker sportivo, quindi all’incirca dalla fine del 2007, rappresentò una importante novità per il mercato regolamentato dei giochi di sorte online, che a quei tempi subiva di profonde spinte protezionistiche.

I giochi di abilità erano sostanzialmente omologhi, come concetto, al poker sportivo, in quanto presupponevano una sorta di “abilità” per poter vincere la posta in palio; si trattava in genere di giochi esercitati nella forma del torneo (tornei di carte, come scopa, briscola, ma anche burraco online) ma anche giochi di tipo arcade (ad esempio quello di luxor, che andava per la maggiore ai suoi tempi): ciascun partecipante pagava una quota di ingresso, denominata “fee”, ed i primi classificati nel torneo si dividevano il montepremi. Questo meccanismo funzionava sia nei giochi in cui i giocatori si trovavano realmente uno contro l’altro (come per esempio accade nel poker sportivo) sia in quei giochi in cui in un determinato lasso di tempo a disposizione i vari giocatori devono cercare di fare il punteggio più alto possibile.

Possiamo dire con una certa verosimiglianza che per un determinato periodo, e comunque fino al 18 luglio 2011, giorno dell’introduzione dei casinò online in Italia, gli skill games hanno goduto di una certa popolarità. Ma da quella data in poi questa popolarità è andata di mano in mano scemando per far posto al nuovo interesse verso i giochi da casinò online; prima l’introduzione dei cosiddetti “table games”, poi da ultimo l’introduzione delle slot machines online hanno contribuito ad un lento, ma inesorabile, declino dei giochi di abilità online.

Possiamo dunque considerare oggi quel che rimane del fenomeno dei giochi di abilità online, come un settore “satellite” rispetto ad altri nel panorama dei giochi online di sorte regolamentati in Italia; essi sono ancora presenti, ma vengono per lo più offerti a completamento di un’offerta complessiva di giochi, soprattutto quando si è in presenza di operatori che spaziano in tutti i vari spazi concessi dalla nostra normativa, come nel caso (per fare due esempi concreti) di Eurobet e di Lottomatica. Insomma un settore di nicchia che tende a ruotare proprio come un satellite, intorno ad altri segmenti di mercato più trainanti, come i casinò online o le scommesse sportive.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *